di Alessandro Belluzzo e Silvia Bocchetti.

Le norme doganali previste dal diritto dell’Unione Europea saranno applicabili a tutte le merci che entrano nel territorio Doganale dell’Unione Europea dal Regno Unito o che lasciano il territorio doganale UE verso il Regno Unito.

Anche in presenza di un accordo che regoli una zona di libero scambio tra l’UE e il Regno Unito, con zero tariffe, zero contingente di importazione e margini di cooperazione doganale, tutti i prodotti scambiati tra l’UE e il Regno Unito saranno soggetti a controlli di conformità per la sicurezza, la salute e di pubblico interesse sulla base della normativa applicabile.

Dal 1° Gennaio 2021, le società dovranno inoltre attenersi al cd rule of origin per le merci scambiate affinché queste abbiano diritto a un trattamento preferenziale ai sensi di un possibile futuro accordo UE-Regno Unito. Le merci che non soddisfano i requisiti di origine saranno soggette a dazi doganali anche in presenza di un accordo commerciale UE-Regno Unito a tariffa zero e quota di importazione zero.

Con riguardo alle nuove procedure doganali in essere a partire dal 01 Gennaio 2021, il Governo ha introdotto nuovi seguenti strumenti semplificativi disponibili per i business in possesso dei requisiti previsti:

 

  •  Customs Deferred Declaration:

E’ uno strumento semplificativo temporaneo che consentirà di differire fino a 6 mesi la presentazione delle pratiche doganali di importazione dalla EU verso UK per i beni non soggetti a controlli speciali (Standard goods). Il Customs intermediary incaricato, se in possesso di apposita autorizzazione rilasciata da HMRC all’utilizzo di una Simplified Declaration Procedure, potrà differire la presentazione della Supplementary Declaration e il pagamento delle Customs Duties fino a 6 mesi dalla data di importazione.

Maggiori informazioni QUI e QUI

 

  • Duty Deferment Account:

Consentirà di differire al giorno 15 del mese successivo a quello di riferimento il pagamento delle Customs Duties (ed Import VAT per i soggetti non VAT registered in UK). Questo consentirà di ridurre al minimo i tempi di transizione in dogana e avra’ un effetto positivo sul cash flow aziendale. Il Duty Deferment Account deve essere richiesto ad HMRC mediante apposita  procedura ed essere attivo prima della presentazione della Customs Supplementary Declaration:

Maggiori informazioni QUI

 

  • Postponed VAT Accounting:

Potrà essere utilizzato solo dai soggetti VAT registered in UK, i quali potranno dichiarare e recuperare l’import VAT sui beni importati in sede di presentazione del quarterly VAT return. Non occorre presentare alcuna autorizzazione per l’utilizzo del Postponed VAT Accounting.

 Maggiori informazioni QUI e QUI

 

Considerata la notevole complessità normativa applicabile alle procedure doganali, è raccomandabile prendere contatti quanto prima con il proprio Customs intermediary per discutere le nuove procedure e identificare le informazioni che si renderanno necessarie ai fini della corretta e tempestiva presentazione delle Customs Supplementary Declaration.

Lo Studio è a vostra disposizione per offrire tutta l’assistenza necessaria al fine di agevolare la preparazione alle nuove procedure doganali in vigore a partire dal 1° Gennaio 2021.