Un articolo di Paola Bergamin, pubblicato sul numero di Maggio della rivista Fiscalità & Commercio Internazionale.

La Legge di bilancio 20201 ha ampliato il presupposto soggettivo delle imposte patrimoniali IVIE (imposta sul valore degli immobili situati all’estero) e IVAFE (imposta sul valore dei prodotti finanziari detenuti all’estero). IVIE e IVAFE non sono più dovute solo dalle persone fisiche che detengono rispettivamente immobili e attività finanziarie all’estero ma da tutti i soggetti tenuti all’assolvimento degli obblighi di monitoraggio fiscale degli investimenti finanziari e patrimoniali all’estero previsti dall’art. 4, comma 1, del D.L. n. 167/19902.

Continua a leggere la prima pagina dell’articolo QUI e l’intero articolo su Fiscalità & Commercio Internazionale – n.5/2020